Il diciottino della settimana

 

Il diciottino: un esemplare da salvaguardare!


 

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Per la rubrica il diciottino della settimana oggi parliamo del nostro mitico, inimitabile, zizzagnoso, amico diciottino Giuseppe Zagghy Forte.

Uomo d’altri tempi. Per lui sopra tutto prevalgono i più grandi valori di amicizia, onore, appartenenza e orgoglio per la propria terra. Ha sempre seguito il Latina Calcio dagli anni ’80 fino ad oggi. Un piccolo periodo di assenza dagli stadi per motivi di lavoro ma appena rientrato in terra pontina ha subito voluto riprendere quella voglia di seguire i colori della sua città! Asvessino kaos e castelfortese nel cuore!

Con lui forse i ricordi più belli del gruppo. Nella storia è rimasta la sua entrata nel gruppo quando nei primi mesi del 2014 decise di festeggiare il suo compleanno insieme ai diciottini nell’ultima trasferta della stagione. Ebbene portò svariate casse di vino di ottima qualità per tutto il bus… Non ne rimase neanche una!

L’uomo dei video e delle foto scattate in innumerevoli occasioni. Si dice in giro che abbia messo delle spie nella sede diciottina per poter fotografare i nostri momenti imbarazzanti.  L’uomo dei rauti e miniciccioli… ne ha sempre uno pronto per tutte le occasioni.

Il gruppo XVIII Dicembre 1932 è orgoglioso di avere un membro come lui. Sempre in prima linea su tutto!

Una menzione particolare è d’obbligo per la sua amata consorte Anna. Sono spesso sue le torte fatte in casa dei prepartita e delle feste organizzate dai diciottini. Splendidi anche i suoi pargoli, diciottini ormai nel cuore, cresciuti con quei valori e quel rispetto verso il prossimo insegnato dal padre!

Grazie di cuore per tutto quello che fai da parte di tutto il gruppo!

Ti vogliamo bene e P.I.C. ovviamente!

Conosciamoli meglio con qualche domanda:

 

Nome: Giuseppe

Cognome: Forte
Soprannome:Geppo o Zagghy

Segni particolari: Goliardico

Motto: barcollo ma non mollo… Non mi vendico, non perdono ma soprattutto non dimentico…Scania non ti temo

Descrizione del carattere diciottino: Amicizia

Squadra del cuore: Latina ma ho un cuore grande…c’è un po’ di spazio anche per la juventus

Giocatore preferito della rosa attuale:Acostyno diciottino

Giocatore preferito di sempre:Senza se e senza ma Gianfranco Mannarelli

La partita della gioia: Latina-Palermo 24 Aprile 1988. 8000 cuori nerozzurri per una coreografia da brividi ed una salvezza impossibile conquistata contro tutto e tutti e poi ovviamente Latina-Pisa finale playoff serie B

La partita del dolore:primo derby serie B con gli innominabili

La trasferta più bella: Come dimenticarlo… la trasferta più bella playoff a Bari…. Emozioni forti

Aneddoto più bello in trasferta: Compleanno in bus direzione Castellammare di Stabia con casse di vino per festeggiare. Le forze dell’ordine ci fermano in una piazzola di sosta prima di arrivare allo stadio e ci danno 2 opzioni:

  1. Buttare tutte le bottiglie;
  2. Berle prima di ripartire dalla sosta.

I diciottini hanno optato per l’opzione 2. Circa 20 bottiglie di vino bevute alla goccia prima di abbandonare la piazzola di sosta!

Aneddoto più bello in casa:Gikkio con le lattine di birra nelle calze!

L’episodio che ricordi con maggiore simpatia in sede: attacco dinamitardo al banchetto dell’esattore Natale 2014

Ruolo nel gruppo: Socio sostenitore, salsiccere, portatore di torte fatte in casa della mitica consorte Anna

Livello dello spirito diciottino da 1 a 10: Sempre al TOP

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Per la rubrica il diciottino della settimana oggi parliamo del nostro mentore diciottino. L’uomo che firma tutto: Amerigo “lo stipendiato” Rossi

Vero pontino, vero diciottino. Entrato nel gruppo negli ultimi anni a suon di trasferte dalla lega pro alla serie B. Mai un’assenza!  Sempre in linea con gli ideali del gruppo. Uno su tutti: Bere un po’ di più!

Tifoso d’eccellenza. Sempre presente anche in annate dove il Latina giocava in campi dove l’erba era solo un miraggio.

Grande persona altruista, per lui il gruppo viene al primo posto. Tutto il gruppo XVIII Dicembre 1932 lo ringrazia per tutto ciò che fa! Sempre in prima linea in tutto. Dalle pulizie della sede, all’organizzazione delle trasferte, dei prepartita, delle spese per la sede nei migliori negozi cinesi di Latina e provincia, i pagamenti delle bollette e degli affitti. Sempre pronto a dare un aiuto morale e materiale e tutti i membri del gruppo. In poche parole il gruppo senza di lui non esisterebbe!

Ti vogliamo bene!

Conosciamolo meglio con qualche domanda:

Nome: Amerigo

Cognome: Rossi
Soprannome:Stipendiato

Segni particolari: diciottino

Motto: Non supereremo mai questa fase

Descrizione del carattere diciottino: Bere qualcosa in più

Squadra del cuore: Latina

 Giocatore preferito della rosa attuale:Esposito

Giocatore preferito di sempre:Simonetti

La partita della gioia: Latina-Empoli

La partita del dolore:Latina-Cesena

La trasferta più bella: Palermo

Aneddoto più bello in trasferta: rimanere senza metano tornando da Cesena con conseguente nottata in macchina a L’Aquila

Aneddoto più bello in casa:Le magliette strappate ad ogni goal dei playoff per la serie A

L’episodio che ricordi con maggiore simpatia in sedela campagna politica per convincere tutti ad acquistare un flipper

Ruolo nel gruppo: quello che firma

Livello dello spirito diciottino da 1 a 10:11

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Per la rubrica il diciottino della settimana oggi parliamo finalmente di una donna.  Sarebbe meglio dire “la diciottina della settimana”. Si perché parliamo della nostra “regina” diciottina. Una tifosa neroazzura “doc”.

Il suo nome è Francesca “la regina diciottina” Papa.

Non una di quelle donne innamorate di un giocatore in particolare ma una tifosa “vera”. Una che ama la maglia della propria città. Una che la segue da anni in casa ed in trasferta.

E' la nostra regina... colei che si prende cura del gruppo come una vera mamma. Senza di lei le nostre trasferte non sarebbero le stesse. Senza di lei i diciottini in trasferta morirebbero di fame. I suoi panini e le sui delizie culinarie hanno sfamato centinaia di diciottini ubriachi intenti a portare soltanto casse di birra e damigiane da 25 litri.

Diciottina vera che ha voglia di fare gruppo, di convivere, di dividere la propria passione, di appartenere e riconoscersi nel nostro gruppo. La sua passione fu ereditata tanti anni fa dal diciottino Andrea (nonché marito). Ma tale passione è poi diventata una passione propria animata dall’ entusiasmo diciottino. Questo non le fa perdere per niente la sua femminilità, non l’ha resa più aggressiva o mascolina. Perché il tifo, alla fine, non è una scelta di genere.

Come faremo senza i suoi consigli di donna? Nulla può un diciottino senza di lei.

Ti vogliamo bene!

Conosciamolo meglio con qualche domanda:

Nome: Francesca

Cognome:Papa
Soprannome: Regina diciottina

Segni particolari: Zainetto nero sempre presente

Motto:  i cani restano cani ...e i leoni restano leoni...

Descrizione del carattere diciottino: libertà assoluta di pensiero e di vita...

Squadra del cuore: Latina

 Giocatore preferito della rosa attuale: Acosty

Giocatore preferito di sempre: Barraco

La partita della gioia: Latina-Pisa

La partita del dolore: 1-4 Latina-Frosinone

La trasferta più bella: sono due Palermo latina e Sorrento latina

Aneddoto più bello in trasferta:dare al povero affamato di Marietto un panino mentre si andava a Frosinone...

Aneddoto più bello in casa: vedere le partite dalla vetrata con i diciottini che urlano verso i guardalinee

L’episodio che ricordi con maggiore simpatia in sede: i pre-partita ...I cori ...e la grande armonia che si crea ogni volta che ci si riunisce ...

Ruolo nel gruppo: addetta al cibo in trasferta...10

Livello dello spirito diciottino da 1 a 10: 10

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Per la rubrica il diciottino della settimana oggi parliamo non di un solo diciottino ma di due.

Un padre ed un figlio. Due cuori diciottini che battono per la stessa passione: Il Latina!

Loro sono Davide e Lorenzo Ciammaruconi.

Così Davide ci racconta la loro storia di avvicinamento al mondo del tifo organizzato:

“Cominciammo insieme un percorso di caratterizzazione all'interno del mondo calcio per cui all'inizio non si provava alcuna attenzione ne per la parte giocata e tanto meno il contorno fino a 2 anni fa quando passando presso la sede diciottina si cominciò a sentire la necessità di appartenere ad un modo di pensare all'amore verso la squadra della propria città. Da allora solo nerazzurro e oggi per chi lo conosce lui è Lollo 22 portiere degli esordienti dell' US Latina Calcio e niente e nessuno potranno più distoglierlo da un sogno costante : indossare come il padre un giorno giocando al Francioni i colori della sua città. ....”

Lollo è la nostra mascotte diciottina. Sempre presente ai prepartita. Sempre il primo ad arrivare. Per lui il calcio è quello che è anche per tutti noi diciottini: Amore, gioia e passione per la squadra della propria città!

Davide grande persona, grande giocatore neroazzurro. Il padre che tutti vorrebbero. Ha inciso nel figlio altissimi valori di rispetto, educazione e amore per la propria terra! Stupendi i ricordi di quando dava tutto se stesso e sudava quella maglia neroazzurra portandola sempre in alto. Un vero guerriero di altri tempi! Un esempio per il passato, il presente ed il futuro della nostra amata squadra!

Conosciamoli meglio con qualche domanda:

Nome: Davide, Lorenzo   

Cognome:Ciammaruconi
Soprannome: Davide: Ciamma e Lorenzo: Lollo

Segni particolari: Davide:Io piuttosto folle. Lollo: dolce e spericolato tra i pali

Motto:  Lollo: Partita finita quando arbitro fischia. Davide: Non ridere perché sono caduto preoccupati perché mi sto rialzando

Descrizione del carattere diciottino:  Per tutti è due essere diciottino è vivere in condivisione e in convivialità la passione per la propria squadra del cuore

Squadra del cuore: Squadra del cuore per tutti e due Latina poi Davide Milan e Lollo Roma

 Giocatore preferito della rosa attuale: Giocatore preferito per tutti e due Maxwell Acosty e Raffaele Di Gennaro

Giocatore preferito di sempre: Per Lollo è papà per Davide l’indimenticato Piero Di Trapano

La partita della gioia: Latina pisa

La partita del dolore: Latina Cesena

Aneddoto più bello in casa: aveva predetto il goal di Acosty personalmente ad una cena contro il Crotone

L’episodio che ricordi con maggiore simpatia in sedeLa prima volta che vi abbiamo conosciuto tutti

Ruolo nel gruppo: Soci

Livello dello spirito diciottino da 1 a 10:  11 per entrambi

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva

Per la rubrica il diciottino della settimana oggi parliamo di Christian Rossi detto VA-SCONVOLTO Giotto.

Da anni al seguito del Latina calcio è sempre stato un punto cardine di ogni gruppo di cui ha fatto parte. Diciottino da solo quest'anno è come se ne facesse parte da secoli, si è integrato subito con tutti i soci ed è parte integrante della scissione interna "la zizzagna"!

Ultras nel sangue, soffre un pochino la poca partecipazione del gruppo in cori e coreografie, per questo lo vedi spesso sulla balconata col bandierone in mano oppure in prima linea a litigare con i tifosi ospiti o con il resto della gradinata che si sente "disturbata" dal suo sbandieramento continuo.

La sua passione sfrenata per i pennelli, lo ha portato quest'anno a rifare interamente a mano il glorioso striscione del XVIII dicembre con risultati eccezionali.

Ultimamente è diventato un po' "occasionale" ma non per questo distante dalle decisioni diciottine prese in più occasioni. "Giotto" un vero Diciottino con la D maiuscola!

Conosciamolo meglio con qualche domanda:

 

 

Nome: Christian

Cognome:Rossi
Soprannome: GIOTTO

Segni particolari: VA-SCONVOLTO

Motto: Ama chi ti ama, lama chi ti infama

Descrizione del carattere diciottino: Lunatico, permaloso, vendicativo

Squadra del cuore: 1° squadra:Cagliari, 2° squadra: Latina

 Giocatore preferito della rosa attuale: Nessuno (tutti mercenari)

Giocatore preferito di sempre: Genco

La partita della gioia: Frosinone-Latina 0-1

La partita del dolore: Latina-Casale (anno 1999 Coppa Italia)

La trasferta più bella: Sambenedettese-Latina

Aneddoto più bello in trasferta:Io solo a 16 anni al bar con i tifosi del Grosseto a bere una nastro azzurro prima che arrivasse il pullman dei tifosi del Latina (prima trasferta neroazzurra)

Aneddoto più bello in casa: Coreografia fatta da me con l’aiuto di Cristian ed i membri del Feudo per il secondo tempo di Latina-Frosinone

L’episodio che ricordi con maggiore simpatia in sede: La bambola gonfiabile mamma di Zappino

Ruolo nel gruppo: STOCAZZO

Livello dello spirito diciottino da 1 a 10:  8

Joomla SEF URLs by Artio